L'Annunziata nel 1659

Contenuto

L'Annunziata nel 1659

Basandomi sulla Visita Pastorale di Mons. Alessandro Egizio del 15-16 settembre 1659, trascrivo intorno ad una pianta schematica della Chiesa quanto il Vescovo trova e riporta nella sua relazione; è da tener presente che la sua descrizione prevede una veduta dell'insieme stando sul presbiterio, rivolto verso i fedeli e l'ingresso della chiesa, per cui il lato destro da lui indicato è quello Est, dove sta incastonato l'affresco di S. Maria della Pietà (La chiesa non è orientata in direzione Est-Ovest, ma all'incirca Nord-Sud, con presbiterio verso Sud).

Dietro l'altare maggiore si trova l'elegante coro ligneo; sopra di esso c'è una antichissima Icona; ai lati del coro in due piccole finestre-nicchie stanno due statue di terracotta colorata molto belle dell'Annunziata e dell'Arc. Gabriele. In mezzo al Presbiterio si trova l'altare maggiore di pietra, con paliotto e tovaglie, elevato da tre gradini di pietra e da una predella lignea. Sopra c'è uno sgabello ligneo per l'esposizione, candelieri di legno dorato, vasi con fiori dello stesso materiale e croci, una argentata e l'altra dorata.
L'organo, posto sul lato sinistro del presbiterio è stato pagato dal Devoto Carlo Albanese.
In questa cappella dedicata ai Santi Giacomo e Filippo c'è l'altare in pietra con due gradini di legno. Come icona ha una tela con l'immagine dell'Immacolata Concezione con davanti gli Apostoli Filippo e Giacomo. A destra dell'altare dell'Annunciata c'è la porta dell'oratorio della Congregazione laicale dell'Immacolata Concezione, dipendente dal convento di S. Maria Vetere.
In mezzo alla navata c'è il pulpito ligneo con calcavoce.
  Questo altare marmoreo, riccamente ornato, è dedicato all'Annunziata; ha due pitture miracolose: dipinta a muro una Madonna con Gesù Bambino, incoronati d'argento e pietre preziose; e una  Annunciazione lapidea, con baldacchino, implorata per impetrare la pioggia. Vi ardono 3 lampade a spese dell'Università Andriese e una con le elemosine.
lato della chiesa "in cornu epistolae", considerato sinistro nella relazione del Vescovo Egizio
pianta schematica della chiesa nel 1659
lato della chiesa "in cornu Evangelii", considerato destro nella relazione del Vescovo Egizio
Sul presbiterio, Nel fornice a destra c'è la cappella della Vergine Maria, detta Incoronata. Ha altare in pietra, scarsamente dotato del necessario per le Celebrazioni. Nel tetto di questa Cappella s'infitra acqua; va quindi protetto con tegole perché le pareti non degradino.  Sull'altare di destra presso il presbiterio è incastonato l'affresco dell'Ecce Homo con Maria detta della Pietà; l'altare è trascurato, mancando delle suppellettili necessarie. Mentre per gli altri altari della navata il Prelato descrive le sculture, per questo non ne fa parola: ciò potrebbe indicare che ivi le opere scultoree a quel tempo non erano ancora presenti.


La Sacrestia, con l'ingresso su questo lato destro, ha sufficienti suppellettili per le Celebrazioni.

Per una scala di pietra si sale sul Campanile dotato di due campane, una grande e una piccola.
  Questo altare presso l'ingresso era dedicato a San Rocco. Sull'altare e sui muri ci sono dipinti raffiguranti Sant'Anna madre di Maria Vergine, San Rocco e San Giuseppe. L'altare è di pietra, non gode di alcun beneficio, per cui sono da cambiare la croce, il paliotto e la pietra sacra.

Riporto stralci della Visita Pastorale [*] indicanti la posizione delle strutture presenti in Chiesa nel 1659 e alcune loro caratteristiche.

"Die 15 m.s sept.ris 1659.

Ill.mus D.nus visitans cũ suis adsunctis accessit ad Colleg.ã Ecclesiae SS.mae Anũcia.nis extra maenia d.ae Civ.tis et facta orat.ne ante Altare maius illud primò visitavit, quod invenit è pavim.to elevatum per tre gradus lapideos, et per pradellã ligneã supra Praesbiterium sitũ in medio, Dictũ Altare est lapideũ, et habet Paleotta cuiuscumq. coloris, tobales, ac reliqua necessaria ad usũ caelebrat.nis. Habet candelabra ex ligno aurat. cũ vasculis et floribus ex eodem opere. Nec non alia ex odem appare ac reliqua ex ligno inargentato cũ duabus crucibus aurea altera, ac altera argentea, ac carta lucretur. Missae. Supra dictũ Altare adest sgabellũ ligneũ pro substentat.ne, candelabrũ, et Crucis ...

Deinde visitavit Chorum, qui est é parte posteriori dicti Altaris maioris et est ex ligno niveo opperis perbelle, et elegantis, et supra dictũ Chorũ adest Icon Vetustissima et ex parte inferiori adsunt duae finestrulae in quibus hinc inde adsunt duo statuae tum Beatae Mariae Virginis Annuntiatae, tum Gabrielis Arcangeli Annunciantis ex opere latericio decenti colore illinito opus veré elegans, ac concinne elaborato. Ad usũ canti Gregoriani adsunt libri quatuor, Martirologia Romana duo, Rituale Romanũ, ac Chori Directoriũ quae omnia Ill.us D.nus collaudavit.

Deinde visitavit Cappellã V.nae Mariae La Incoronata nuncupatae, quae est a latere dextro supra Presbiteriũ, et est fornicata. Altare est lapideũm et pené ... cũ desint feré omnia necessaria ad usũ celebrat.nis, et cũ in d.a Cappella adsit beneficiũ simplex ac legatũ piũ Ill.us D.nus visitans mandavit adaptari alterũ lapidem sacratũ maiorem ..., qui nunc extat confici Paleottũ alteram Crucem, ac tegulis fornicem dictae Cappellae coopperiri, ne ex pluviam parietes dictae Cappellae labefactent; et hoc ex pensis beneficiati pro duabus portionibus, et pro tertia ex pensis cleri Capituli ... .

Visitavit exinde Cappellam Pietatis quae est pariter ex latere dextero, et pro Icone habet Imaginem D.ni N.ri Jesu Christi in figura Ecce Homo, et a latere dextero d.ae Iconis ex finestrula panno inducta, in qua, muro depicta suspicit.ur Imago Beatae M. V. manu oculum operientis, et ex tradit.ne habetur dictam Imaginem, manibus iniunctis extitisse, et cũ duo Galli milites ad invicem luderent, et alter eorum magnae pecuniae sumã amittens, ira concitus pugione Imaginis pr.ctae oculum vulnerasset, d.a Imago Sacratiss.ma, seiunctis manibus, altera oculum perforatum ostendit.
Altare est lapideum, et quia desunt candelabra, et Crux derutis, ac Carta ... Missae. Ideò Ill.mus D.nus mandavit expensis Beneficiati ... omnia confici infra duos menses sub poena suspensionis tam quò ad Cappellã, quam qui ad beneficia ...

Postremò visitavit cappellã S.ti Rocci, quae est contigua suprad.a pietatis prope ingressũ Eccl.ae, quae cappella est fornicata, et ... figuris depicta, tum in Icone, tum in reliquis parietibus dictae Cappellae, et pro Icone deseruit Imago S.tae Annae Matris S. M. V. cũ imaginibus S.ti Rocci, et Iosephi, hinc inde adstantibus. Altare est lapideum et cũ deficiunt redditus dotat.nis dictae Cappellae, deficiunt etiam aliqua prout sunt crux decentior et paliottũ. ...

Die 16 m. s.bris 1659
Ill.mus D.nus visitavit continuando Sanctam Visitat.nem colleg.tae Ecclesiae SS.mae Annuntiat.nis cũ suis adiunctis hora feré decima tertia accessit iterũ ad Ecc.ã ..., et peractã breviter ut moris orat. ante altare maius accessit ad Cappellam S.ae Mariae Annunciatae, quae est a latere sinistro Ecc.ae propé ingressũ, quam invenit decenter ornatã, Cappella enim est ... ampla et fornicata. Altare est lapideũ, et elevat.ũ e pavim.to per 3^ gradus lapideos alios ligneũ aliũ, cũ Pradella pariter ex ligno, et habet candelabra quatuor cũ Cruce, et Crucifixo ex ligno elaborato, ac deaurato, et habet paleottã cuiuscumque ..., tobaleas ad sufficentiã, ac reliqua alia ad celebrat.nem necessaria. Pro Icone deseruit Imago B. M. V. cũ puero Iesu muro depicta pervetusta, ac devotissima et miraculis innumeris insignita, quã circũ sunt cãcelli ex ligno deaurato, et ... d.ae imaginis veli sericio obiucta cũ coronis ex argento, ac lapidibus praetiosis tum pro Puero Iesu, tum pro B. M. V. Dicta Icon est sub tabernaculo lapideo, quatuor columnis pariter lapideis suffulto, quod auro ac ceruleo colore est inter miscendum fuitque propterea a Rev. Capitulo fuit praestita harra. Supra dictũ tabernaculũ est imago pariter B. M. V. Annuntiatae ex lapide coloribus illinito miraculis clara, et praesertim ad impetrandam pluviam, ac supra dictã Imaginē est umbrella ex ligno elaborato, pariter deauranda. Ex latero sinistro d.ae Cappellae adsunt subsellia octo ex abiete laborata, ad usũ Rev.i pro celebrat.ne Missae in quorumque sabbatho cuiuscumque Rev.dis Praesbiteris deservientia, et ante imagine pittam ardent continue lampades tres expensis Universitatis Andriensis una reliquae expensis piorũ elemosinis suis.
In d.a Cappella adest Congregatio laicorũ sub invocat.ne Concept.nis B. M. V. quae dependat à cumfraternitate in Conventu S.ae Mariae
della Vetere nuncupata, et a latere dextero dictae Cappellae habet Oratoriũ in Altari decenter ornato, et omnia ad usũ celebrat.nis necessaria labentia, et Ill.mus D.nus mandavit tam in Altari dictae Cappellae quam in altero oratoris comutari lapides sacrates ampliores, et in medio altaris fabricari infra mensem sub poena suspensionis ab usũ altariũ. De reliquis verò omnia ... laudavit.

Deinde visitavit Cappellã S.ti Jacobi et Philippi quae est pariter ex latere sinistro. Altare est lapideum, et elevatũ a pavimento per duos gradus ligneos, habet q. necess.ũ ad celebrat.ne. Pro Icone deseruit Imago SS.mae Concept.ni B. M. V. cũ Sanctis Apo.lis Philippo et Jacobi subtus adstantibus in tela depicta. Et Ill.mus D.nus mandavit lapidem sacrum ... in medio altaris fabricari, ac novã crucē cũ Crucifixo decretavit e' adaptari infra mensē sub poena susp.nis.

Visitavit exinde organũ quod est pariter factũ a latere sinistro Eccl.ae expensis Devoti Caroli Albanesis illudquae Ill.mus D.nus laudavit.

Et visitavit suggestrũ quod est pariter a latere sinistro in medio Eccl.ae ex ligno simplici cũ Umbrella ex odem opere elaboratũ.

Postremò visitavit Sacristia, quae est a latere dextero Eccl.ae et in qua asservant& omnia suppellettilia ad celebrat. necess.a prout inputi inventario. ...

Visitavit etiam Campanile in quo sunt Nolae duae quarum altera maior minus altera, ad quod ascendit.tur per scalam lapideã et quia omnia sunt bene accumudata Ill.mus D.nus descensus planu ... laudavit, et in fidem [firma del relatore]"

NOTE
[*] Questa Visita Pastorale è stata letta e trascritta, dall'originale "Acta Sanctae Visitationis Episcoporum Andriensium" (ASVEA), presso la Biblioteca Diocesana "S. Tommaso d'Aquino" di Andria.
Le parentesi quadre indicano lettere non presenti per abbreviazione.
I puntini di sospensione (…) indicano parole o gruppi di parole di difficile lettura sul manoscritto.