Contenuto

[manoscritto - foglio 8, verso]
[traslitterazione in caratteri stampati]







# Per non restar vuoto il corso di questi due secoli, e piu, in cui non ci perviene notizia veruna appartenente allo stato del colleggio di S.Nicola fà duopo darne un saggio della successione de' Vescovi e de' fatti principali accaduti in Andria per tal tempo.

a. In Archiv. Ecclesiæ in Pergamena 9. et in summario n.1.




A. Ughelli. tom. 7. 9. Junii Vita S.Richard.




// il quale in quei tempi, morto che l'era un Vescovo in qualche citta, succedeva nella giurisdize del Defunto Vescovo, e non aveva luogo il Vicario Capitolare, come oggi si pratica sin dal tempo del Concilio di Trento quando furono stabiliti tali Vicarj Capitolari.
to clero, Tutti gli abitatori del Villaggio di S. Maria di Trimoggi allogati in
Andria cominciarono a godere li diritti della cittadinanza: ed il suo clero col=
locato in quel Tempio, che per allora si eresse sotto il titolo di S.Nicola, diè prin=
cipio all'esercizio della cura delle anime, giusta il convenuto, commune: ed
indistintam.e per la città tutta, alla frequenza, e culto de' divini Uffizj, e gode=
re de' frutti delle oblazioni, e del ritratto di quei beni stabili, che possedeva nella
sua Villa, sotto il nome di prebende, e Benefizj, durando in questo pacifico to=
tale possesso per lo spazio di ben due secoli, e piu anni sotto il Regno non soltan=
to de' Normanni, ma bensì per tutto il corso di quello de' Svevi, e degli Angio=
ini, sino a Roberto terzo Re di quest'ultimi.  # quando è da sapersi, che il frutto
delle predette prebende, benefizi, ed oblazioni non da tutti gl'Individui ad=
detti al culto, e servizio della predetta Chiesa si percepiva, per antico costume;
ma soltanto da taluni; e da gli altri si serviva, ma senza mercede: condotta
ingiusta, e che diè motivo di fortissime querele alli mal considerati, e ne=
gletti ecclesistici. Tali giuste querele sursero a segno, che si avanzarono
ad un litigio sì aspro, che non dava speranza di quiete. Non si rinviene
memoria se si fosse dato principio a tentar giudizio presso de' Giudici com=
petenti, ritrovamo bensì un stromento di concordia fra loro, stipulato
anno 1322 die 12 mensis Junii per Notarium Nicolaũ; de Notario Laurentio
Regnante Roberto Rege Jerusalem a . In cui, esaltandosi gli encomj della
Giustizia, e della Pace, si dichiara, che tutti mossi dall'amore di si alte Virtu,
concordono, che delle prebende, beneficj, ed oblazioni facendosene una mas=
sa comune, da lì in poi il di loro ritratto distribuir si debba egualmente
       sotto il nome di partecipazione
a tutti , siccome tutti egualm.e intervengono alla fatiga, ed al servizio dell'
Altare, donde ogni ministro trar deve il suo sostentam.o, ed in caso di contro=
venzione, si caricano d'una data multa da sodisfarsi al Metropolitano di Trani,
senza farsi menzione alcuna del Vescovo d'Andria ordinario Superiore. Segno
che la Sede Vescovile per allora fosse Vacante A, ed in fatti, quantunque appresso
Giovanni XXII
Ferdinando Ughelli si registra, che dal Pontefi.e sistente in  Avignone sul prin=
cipio dell'anno 1319 fosse stato promosso al Vescovado di Andria un certo eccle=
siastico, chiamato Domenico, di cui se ne fà menzione ne' monumenti  di essa
Chiesa; nulla di meno non fà parola veruna della sua mancã.za: nè della pro=
mozione del successore di esso Domenico, che si chiamava Giovanni; e siegue
a dire, che questo Giovanni sul principio dell'anno 1349 vien notato nel Re=
gestro del Vaticano per la sua morte: et diem obiit 1349: sub Clemente VI°. Del
Vescovo Domenico adunque si sà la promozione nell'anno 1319, e s'ignora la
mancanza. Di Giovanni è nota la morte nel 1349, e non apparisce la sua as=
sunzione: potè forsi esser mancante la sede Vescovile di Andria nel 1322, anno
dello stromento di concordia, e perciò la pena ingiontasi, riserbata venne dal=
le parti al metropolitano. // Da ora in appresso questa Chiesa, che non si estende=
va in altro spazio e grandezza, che in quello, che ora occupa il Prespiterio, e
che aveva il suo ingresso per quella antica porta, che chiusa appare nel muro
detto delle Pergole, cominciò ella ad esser frequentata con maggior sollennità,
e religione. Lo stromento si registra intieram.e per rilevarne la sua natura
con maggior chiarezza in piè di questa memoria al numero 1. nell'elengo &.
dalla intro=