Angeli all’Avvento

Contenuto

Angelo che suona il mandolino

Angeli all’Avvento

[sul ritmo della “ lauda – ballata” del sec. XIV]

È nunzio in terra dell’Emanuele,
messo solerte l’Angelo fedele,
di Te, Salvator mio,
Amore, Padre: Dio.

Dio Padre e la creazione, sec. XVII Chiesa dell’Annunziata - Andria

Sparse le stelle nel turchese cielo,
qual oggi un bimbo con gli aliossi in gioco,
la vita soffiasti sulle rocce e il gelo
divenne moto e fuoco.
Io ti mancavo; fioco
e carente del tuo volto era il creato:
allora in me ti riflettesti amato,
pur labile e infedele.

Chi mai può dirsi Padre, Mi ka ’ele, [1]
dell’umanità e non sol d’Israele,
di me più volte rio?
Soltanto Tu mio Dio.

Annunciazione con Vincenzo Carafa, sec. XVI - Museo Diocesano - Andria

Di loro ti avvalesti pel tuo avvento,
sulla tua greppia pervennero in coro
Cherubini a schiere facean concento.
E a me il più gran tesoro
porgesti in quel decoro
immacolato e fulgido promesso:
in Maria tuo Figlio mi fu concesso;
Amor per ogni fiele.

      Chi ti annunciò con forza, Gabri’ele?
      Fu questi alla Vergine sol foriere;
      il Redentore mio
      Gesù, tuo figlio, oh Dio!

Musicanti, dipinto da T. Redi ai primi del Settecento. Cattedrale di Andria

L’arc. Raffaele col piccolo Tobiolo, di E. Affatato 1888 - Chiesa di S. Angelo - Andria

  

La tenerezza tua portò in terra
e l’Amor Paraclito Ei mi mandò.
In un abbraccio che lieve mi serra,
nel bacio che m’involò
l’amata ed apportò
un brivido di gaudio al mio incosciente,
nel sorriso di un bimbo nascente,
tal Spirto io avverto lene.

Chi è mia speme e guida, Raffa’ele?
L’angel custode nell’attual babele,
a un periglioso svio
l’Amor tuo immenso, Dio!

Adorazione dei Magi – Chiesa di S. Agostino - Andria

Indi preservami l’anima mera;
sai che per me è già sera …

e per chi soffre di un fato crudele,
per chi si ritrova novello Abele
e tristo alza le vele,
angel fammi di quell’indegno fio,
ch’io scorga nel suo muto frignìo
l’icona tua, buon Dio!

In omaggio agli Angeli sulla Greppia di Betlemme,
nel Natale del 2019.

da "I pensieri del Folletto" sdt

 

Note

[1]Mi ka ‘ele”, qui inteso non come nome dell’Arcangelo, ma nel suo significato: Chi come Dio.