Ballata - P.Cafaro

Contenuto

Ballata

Per le sale deserte del castello imperiale
vaga la luna pallida con sorriso argentino:
per le finestre gotiche misteriose sale
il m¨rmure di fronde dal pineto vicino.

Vaga la luna pallida con sorriso argentino
e sui muri disegna un rabesco d'argento:
il m¨rmure di fronde dal pineto vicino
susurra una ballata flebile del Ducento.

Sui muri si disegna un rabesco d'argento
e ninnoli di perle sembran le stalattiti:
susurra la ballata flebile del Ducento
una storia d'amore di quei tempi vaniti.

Pasquale Cafaro

[pubblicata in "Poeti di Puglia": Pasquale Cafaro - momenti lirici - "Castel del Monte";
collana edita da Centro Librario, Bari, 1966]
acquaforte, 1860 circa (elaborazione elettronica del colore)