Alfonso Di Pasquale, pittore (post)macchiaiolo andriese

Contenuto

Alfonso Di Pasquale
pittore (post)macchiaiolo andriese

Percorso museale virtuale


Le opere

esposte nella sala Studio"Farinelli"
della Biblioteca Comunale "Giuseppe Ceci"
di Andria

Alfonso Di Pasquale: "Sant'Agostino"    Alfonso Di Pasquale: "La tranvia"
[A. Di Pasquale: "Sant'Agostino" del 1974       e        "La tranvia" del 1929]

Scrive il prof. Giuseppe Brescia nel servizio culturale "Pittura: la classicità comunicativa di Alfonso di Pasquale" di "ANDRIALIVE" del 7 giugno 2013:

... Nelle “Corse ippiche in Andria” (del 1926 ) e in “La tranvia” (1929), si sente – mitigato – l'influsso di Monet e del De Nittis, dal momento che il disegno ovulare della corsa si intuisce nettamente al di sotto dei solchi sul terreno (nel primo caso); mentre la ascendenza lineare dei binari della tranvia insieme con i lembi della campagna danno base prospettica al pieno dominio contemplativo, indizio – ancora una volta – di visione frontale, calibrata, serena del mondo rappresentato.

Alfonso Di Pasquale: "___________"    Alfonso Di Pasquale: "___________"
[A. Di Pasquale: un "_________________" del 1945       e        "________________" del ___ ]

Davide Catarinella in un articolo su "Il Giornale d'Italia" del 2 settembre 1953 annotava:

L'arte del Di Pasquale è essenzialmente e plasticamente classica, intesa questa espressione nel senso migliore. ... Non può non sfuggire l'intensità del sentimento e la cristallina purezza di espressione delle figurazioni pittoriche del Nostro che rifugge da ogni cromatismo violento e sgargiante per manifestare il suo animo d'artista e di poeta ..."

[tratto da "Alfonso Di Pasquale / pittore / la vita e le opere", a cura di Vincenzo Masi, edito dalla Banca di Credito Cooperativo di Lavello, 2013, pag.72]


Pagina in completamento!