altari laterali

Contenuto

altare con la tela di San Mauro
altare con la tela di San Placido

I due altari laterali della navata sinistra

Ecco i due altari presenti nella navata sinistra. Ambedue sono dedicati a santi benedettini. Il primo, a sinistra entrando nella basilica, dedicato a S. Mauro; il secondo, dopo il cappellone del Crocifisso, dedicato a S. Placido. Negli ovali sul dossale-cona, molto deteriorati, sono affrescati due dei quattro evangelisti con i loro simboli zoomorfi: S. Luca mentre dipinge la Madonna affiancato dal toro nel 1 medaglione sulla tela di S. Mauro e S. Giovanni con l'aquila nel 2 medaglione sulla tela di S. Placido.
San Mauro,  rappresentato mentre soccorre degli appestati; San Placido mentre (come racconta Paolo Diacono) nel monastero di Messina con altri compagni (Eutichio, Vittorino, Flavia, Fausto e Firmato) viene martirizzato dai saraceni nella loro incursione del 1541.
"Simmetricamente alla linea dei due cappelloni sono disposti quattro elegantissimi altari di marmo bianco ed a colori a tutta altezza, vero modello di costruzione di tal genere, massime per gli ornati, di che sono bellamente rivestiti. Nel loro mezzo si vedono quattro grandi quadri a tela, dipinti con molta freschezza di colorito, ... Sopra ciascuno dei detti quadri avvi un ovale, in cui ad affresco sono dipinti i quattro Evangelisti."

[testo di E.Merra, tratto da "La Madonna dei Miracoli d'Andria" in "Monografie Andriesi" tip Pontificia Mareggiani, Bologna, 1906, Vol.II, pagg.320-322]

lunetta con l'affresco di S. Luca, sull'altare dedicato a S.Mauro
[particolare della lunetta con l'affresco di S. Luca, sull'altare dedicato a S.Mauro - elabor. elettr. su foto Michele Monterisi 2010]

Nella lunetta sull'altare dedicato a S. Mauro affrescato in un medaglione ovale San Luca nell'atto di dipingere la Madonna con Bambino apparsagli in cielo; un angioletto alla sua sinistra regge un libro delle Sacre Scritture (o il suo Vangelo), un altro a destra gli regge la tela, mentre un toro accovacciato ai suoi piedi.

Le opere marmoree dei quattro altari laterali con i loro dossali sono attribuiti ad uno dei pi importanti artisti di scuola napoletana del XVIII secolo: Giuseppe Bastelli.