Contenuto

Men¨ delle pagine principali

Santa Chiara

Santa Chiara

La chiesa di Santa Chiara, col suo piccolo campanile a vela, si incontra sulla destra circa a metÓ strada tra la Piazzetta (piazza Manfredi davanti a San Domenico) e Largo Fravina (Piazza Toniolo).

"...antica Cappella colÓ chiusa tra le mura delle abitazioni circostanti, appartenente fin dal 1257, o in quel di torno, alle Suore Chiariste, istituite sotto Manfredi e dismesse il 1528 per cagione della peste, la quale pi¨ che altrove fe' tanta strage che appena due donne ne restarono salve, una monaca e una decrepita popolana. Di quell'abitazione una parte pass˛ ad essere l'Ospedale, oggi affidato alle suore della CaritÓ, l'altra acquistata dal vecchio Can.co della Cattedrale D. Riccardo Brudaglio."

[cosý scriveva N. Vaccina in "Andria le sue Vie e i suoi Monumenti", Tip. Rossignoli, Andria, 1911, pag.67.]

prospetto della chiesetta di S. Chiara

Il prospetto

Per una stradina molto stretta ti ritrovi, se il tuo occhio sarÓ attento, improvvisamente e senza ambientarti in alcun sagrato, sulla porta della chiesetta, onde non potrai accedere all'interno che in poche rituali occasioni cittadine.

Si confonde la dimessa facciata con l'altre case del rione, si affila ad esse e non le sovrasta per alcun dettaglio, anzi, tra pi¨ alte dimore, a manca recandoti a Santa Maria dell'UmiltÓ (San Domenico), la scopri sol per una piccola croce in cima al frontone e un campaniletto a vela.

Nel "300 i fabbricati che l'attorniavano erano la dimora delle Suore di Santa Chiara, il loro ampio monastero, tra le stradine di Santa Chiara, Quarti e Sant'Angelo de' Meli; nell' '800 fu trasformato in Ospedale Civile.

[Molte delle foto di Santa Chiara sono state riprese e gentilmente fornite dal diacono M.Melillo, nel 2003]